lunedì 13 ottobre 2014


Il plastico, come la carta da parati, per decenni ha rivestito le pareti di molte abitazioni, ufficmuro-a-buccia-d-arancia-caratteristiche_oggetto_editoriale_620x465i, negozi e addirittura facciate esterne. Adesso, con la nascita di nuovi prodotti decorativi e non, ha ceduto il passo a quest’ultime. I lati positivi del plastico sono il basso costo, la lavabilità e la resistenza agli agenti atmosferici. L’applicazione di questo materiale, di contro, rende le pareti non traspirabili (permeabili al vapore acqueo).

Chi in passato ne ha deciso l’utilizzo, adesso si ritrova di fronte ad un dilemma: si può rimuovere? si può ricoprire con un’altro materiale? In questa guida affronteremo questi temi e le possibili soluzioni.

bucciato_01
 Il plastico poteva e può essere applicato in maniera uniforme, come un classico ducotone, o in maniera lavorata con rulli decorativi; la forma più conosciuta è l’effetto buccia d’arancia o bucciato.
Un oggettiva difficoltà si riscontra nel caso in cui si decida di realizzare, nelle pareti, qualcos’altro. E allora cosa bisogna fare?
La decisione corretta dal punto di vista di durata nel tempo e di rendere le pareti permeabili al vapore acqueo è proprio la rimozione. Esistono vari sistemi: attraverso sverniciatori (ad acqua o solvente)pistola termica e raschietto, cannello e raschietto.
230-527-thickbox

Gli sverniciatori specifici  sono un sicuro sistema per la totale rimozione del materiale plastico. Lo sverniciatore a solvente ( non uno qualsiasi, ma specifico per rivestimento plastico) agisce rapidamente, in particolare se il plastico non è trattato con lo smalto ad acqua,però di contro è alquanto “pesante” per chi ne respira i vapori e bisogna coprire per bene ogni cosa. Se optate per questa opzione, vi consiglio di fornivi dei seguenti attrezzi:

download (6)
  1. Tuta da lavoro;
  2. guanti resistenti agli agenti chimici;antinfortunistica_21
  3. occhiali da lavoro aderenti;
  4. maschera viso per solventi;
  5. pennellessa larga;mh1_oiYO6dUWdw24t6zbA0g
  6. cartone ondulato;670_9_1
  7. raschietto o paletta;
  8. scarpe da lavoro
Distribuite lo sverniciatore su una superficie non troppo grande,lasciandolo agire per qualche minuto, preoccupandovi di arieggiare l’ambiente mentre lavorate. Se qualche parte o più si presentano difficili da rimuovere, ripassate nuovamente.

mGKIwK45Bo2GN_eEOyCF59Q
Lo sverniciatore ad acqua è una soluzione indicata per chi è impossibilitato nel lasciare la propria abitazione;  è la scelta consigliata perché è la più salutare. Si applica nella stessa maniera di quello a solvente con l’unica differenza che bisogna lasciarlo agire per 24 ore e successivamente si procede alla rimozione.

 125963_enwwmpro1


Per chi vuole ricorrere alla pistola termica sicuramente risparmierà le spese dello sverniciatore, ma avrà quelle della corrente elettrica. Armatevi di tanta pazienza e di tempo. Di buono c’è che non avrete plastico sciolto di risulta, ma materiale solido e asciutto. Anche con questo sistema arieggiate bene l’ambiente.Gallery_~32688

Il cannello è un vecchio “rimedio”, infatti con pochi soldi si andrà a rimuovere il materiale plastico. Tempo, parecchia fatica, e tanta tanta pazienza occorre per chi sceglie questo sistema; oltretutto si avrà, durante l’operazione di rimozione, fumo nero. Sconsigliatissima scelta se abitate all’interno della casa.Anche con questo sistema arieggiate bene l’ambiente.

 Se siete convinti di non togliere il materiale plastico dalle pareti ( o tetti ), esiste un’alternativa: la rasatura.  Attraverso una serie di passaggi è possibile rendere lisce le pareti; non è il lavoro a regola d’arte, ma fatto con criterio non dovrebbe dare problemi nel tempo.categoria-rabot


Per prima cosa dobbiamo accettarci che il rivestimento plastico sia ben ancorato al supporto murario. Se vedete in più parti scrostamenti, potete abbandonare l’idea di non rimuoverlo. Fatto ciò andremmo a “grattare” le pareti con un raschiatore, utilizzato dai piastrellisti o muratori, in modo tale da spezzare il più possibile le punte della buccia; fate attenzione ad angoli, contorni, zoccoletto e prese corrente.
Se la buccia d’arancia è stata trattata in precedenza con smalto ad acqua ( la parete è lucida) dovrete applicare una mano di aggrappante o pittura al quarzo. Questo passaggio lo farete utilizzando un normale rullo ed una piccola pennellessa per i contorni. Se notate che il rivestimento plastico è opaco e ingiallito potete saltare il passaggio della tinteggiatura sopra descritto. A questo punto non  rimane altro che procedere alla rasatura delle pareti con prodotti specifici per materiali plastici; in commercio ve ne sono parecchi.

A voi la scelta e buon lavoro!

0 commenti:

Posta un commento

mondocome. Powered by Blogger.

Visualizzazioni totali

translate

Post Popolari

Etichette

salute PC Informatica Applicazioni mobile benessere curiosità programmi Pittura curare natura smartphone web Android Cucina Piante animali multimedia Ps3 Risparmio Windows Windows seven adblock coronavirus corpo depressione formattare gesso magia malattia mangiare sano nascita natale occulto paganesimo pubblicità virus whatsApp windows10 AGGIRARE BLOCCO Carta da parati Ciclamino Come riscaldare Curiostà DIO Difesa stupro ESTENSIONE FILTRO Gatti Gesù Halloween Harry Potter Iliad NAVIGAZIONE Ps4 SBLOCCARE SCRIPT SITI Settembrini Smettere di fumare Vigili del fuoco Windows Phone a pagamento acqua dolce acquario acquaterrario antivirus artista asma bloccare blogger burrago cagnolino call of duty cane carnevale carte cause codice html come costruire come nasce come preparare comportamenti configurare configurazioni corpo giovane covid-19 creare copertine cristiani cristiano cucciolo cura demoni difesa difesa acquisti dimagrire disattivazione disinstallare disturbo depressivo dlc4 domanda ebola emergenza epifania esoterico estrarre foto facebook fai-da-te fallimento frittelle fusilli gelo giochi gioco gratis guarire hobby infezione installazione lievito linux mac mani marchio CE mascherine naturale nocivo notizie nuovi piatti obesità os x pagano passatempo patata viola patate viola piedi polistirene prato precauzioni presepe privacy punteggio reimpostare password reinstallare revelation russare salvation satanismo scherzo scoraggiato seminare senso di colpa serramenti server servizi sicurezza sigarette sintomi sistema operativo software sostegno stregoneria stupro online tartaruga telefonate trovare trucchi giochi ubuntu video vincere volontari wuhan

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *